Digital Book World Conference

Così, finalmente, oggi è il 16 Gennaio.

Non è che fossi in trepidante attesa perchè oggi alla mensa danno le patatine fritte, è perchè oggi a New York inizia la Digital Book Wolrd Conference and Expo.

Si tratta della più importante conferenza di editoria digitale al mondo, al suo secondo anno di vita, che riunisce oltre un milione di professionisti. Tra l'altro quest'anno partecipare è più semplice: i professionisti possono infatti farlo in streaming, in qualsiasi parte del mondo si trovino. Vi prendono parte tutti i maggiori gruppi editoriali che si occupano del digitale tra cui Random House, Amazon, Penguin, McGraw-Hill… ma anche medie e piccole realtà.

Oggi e domani, si riuniranno nella stessa stanza dell'Hilton New York Hotel editori, professionisti, scrittori, bibliotecari, sviluppatori e chi più ne ha. Questo per discutere, confrontarsi sul futuro ed il passato dell'editoria digitale, ideare ed avviare progetti, associarsi, trasformare e migliorare la propria azienda, nonchè il settore stesso. Insomma, crescere.

Il programma prevede una premiazione, un'esposizione ed un ciclo di conferenze e discussioni. Si farà il punto della situazione, ma si parlerà soprattutto di innovazione e crescita, di How To: come confrontarsi ed acquisire strumenti per creare infrastrutture veloci ed efficaci, creare e gestire un pubblico di lettori, saper interpretare dati, statistiche e tendenze, migliorare la propria visibilità, creare un team efficiente, escogitare strategie ed utilizzare innovazioni tecnologiche all'avanguardia per assicurare esperienze di lettura ottimali.

La premiazione riguarda l'innovazione editoriale all'interno delle specifiche categorie (bambini, fiction, scienza, accademico, biografico…) ed è assegnata al miglior eBook, alla migliore App, al miglior progetto. Ecco la lista dei finalisti.

Ho capito che io non sono a NY e quindi non potrò esserci, ma è forse l'evento più importante per l'editoria digitale a livello globale e non vedo l'ora di leggermi gli articoli e le recensioni che verranno, scoprire quale futuro aspetta il settore, se non altro nell'immediato, dato che sono il continuo cambiamento e l'innovazione a caratterizzare ed a renderlo forte, in crescita, uno strumento fondamentale su cui basare miglioramenti culturali.

Sara D'Agostino

Book nerd D.O.C., crede nella Forza come religione e ha una dipendenza da asciugacapelli. Da vera strapezzente, ha percorso la rotta di Kessel in meno di dodici Parsec.

1 Commento