Google e l’ereader a doppia pagina

L'US Patent and Trademark Office ha reso pubblica una patent application di Google per un ereader a doppio schermo e-ink, dotato di una telecamera che permetterà di seguire i movimenti dell'occhio del lettore e farà girare pagina automaticamente una volta giunti alla fine della lettura della seconda schermata. Ci sarà inoltre la possibilità di connettere al device tastiera e mouse, per utilizzare altri tipi di applicazioni non strettamente legate alla lettura. Alla fine, l'aspetto dovrebbe essere più o meno questo.

Lo scopo sarebbe quello di facilitare la lettura, con la tecnologia e-ink volta a rendere il testo leggibile in qualsiasi condizione di luminosità e a garantire una lunga durata alla batteria, destinata a consumarsi solo al momento del refresh.

Detto così, sembrerebbe una figata, con l'ereader che si avvicinerebbe, almeno nella forma, molto di più ad un libro cartaceo tradizionale. Eppure, l'idea scricchiola per più di un motivo.

Innanzittutto, è innegabile che uno dei vantaggi degli ereader sia la compattezza, che regala la possibilità di leggere anche in condizioni estreme (come il treno strapieno del mattino) proprio perché lo si può tenere con una mano sola con più comodità. Sicuramente, un device a doppio schermo sarebbe meno maneggevole.

Inoltre, se questo resta comunque un ereader e non un libro cartaceo, i lettori non dovrebbero sentire il bisogno di leggere su due facciate, in quanto, nel fare questo, non ci sarebbe nessun valore aggiunto. Si potrebbe vedere un'utilità nell'avere due facciate solo nel caso di averne una e-ink ed una LCD, come rumor passati avevano fatto pensare a proposito di un prototipo di Amazon, ma non può essere un caso se non abbiamo più sentito parlare di un device di questo tipo.

L'idea della grande G dunque sembra destinata ad un flop, a meno che non ci siano dietro l'accesso a funzionalità ed app aggiuntive delle quali per ora non siamo a conoscenza.

Elena Chiara Mitrani

Colleziono macchine da scrivere. Amo Parigi, i libri e il calcio. Scrivo di libri, viaggi ed esseri umani.

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.