L'università di Cambridge ha reso disponibili online i manoscritti di Isaac Newton, filosofo e matematico vissuto a cavallo tra il 1600 e il 1700, autore della teoria gravitazionale. Quello della mela insomma. Intera…

Una mole di oltre 4000 pagine autografe tra cui è possibile trovare anche i Philosophiae naturalis principia mathematica, l'opera in cui il filosofo enuncia la legge di attrazione tra i corpi nell'universo. In passato l'Università del Sussex aveva reso disponibili già 130 manoscritti; ora grazie una donazione di un milione e mezzo di sterline da parte della Fondazione Polonsky, la biblioteca dell'Università di Cambridge ha curato questo meraviglioso progetto che rientra nel Cambridge Digital Library, grazie al quale tutti noi possiamo accedere a questi manoscritti, via internet.

Siamo fortunati a vivere in quest'epoca, dove la tecnologia ci aiuta a ritrovare un Sapere e un gusto di esso insperabile anche solo qualche decennio fa. Questa collezione di documenti ieri consultabile solo da un ristretto gruppo di studiosi, oggi è patrimonio di tutti, grazie a questo paziente lavoro di scansione e revisione. Siamo fortunati!

Mariangela Lecci