iPad Magazine ed editoria del futuro

Non voglio in questa sede fare preferenze e mettere in luce un device piuttosto che un altro. Chi è forte sulla materia sa i pro e i contro dei diversi eReader. E chi è meno esperto va accompagnato a scoprire il mondo del libro digitale in ogni sua forma. Il nativo digitale vive in un modo diverso il concetto di ebook rispetto a chi invece è cresciuto con la carta. Ma questo l'abbiam detto e ridetto. Non è quindi il marchio del device che abbiamo intenzione di pubblicizzare, quanto piuttosto la differenza di strutture e di conseguenza di possibilità. E' lapalissiano scrivere che l'iPad ha una struttura tale da permettere al lettore che non vuole solo leggere i caratteri (i font) avventure grafiche e interattive diverse. Al punto tale che dall'avvento dell'iPad in poi l'editoria digitale ha dato un bel colpo di coda al libro in senso stretto.

Di questo si parlerà domani a Roma al convegno iPad Magazine ed editoria del futuro. La nascita di un nuovo linguaggio tra informazione, video design e creatività digitale, alle 11 nell'Aula Magna della sede  dello IED-Istituto Europeo di Design in via Alcamo, 11. L'ingresso è gratuito.

I nuovi orizzonti della realtà aumentata, dell'interazione virtuale con gli oggetti, grafici che spuntano fuori dalle righe e sono interattivi, musiche che si adeguano al tuo ritmo di lettura e al registro di ciò che stai leggendo. Leggevo proprio oggi di un ebook/app che ti guida step by step in giro per Londra, come se tu fossi lì. Non è una nuova frontiera anche per il marketing turistico? Qui non si tratta del passaggio dall'arte amanuense alla stampa, come accadde 5 secoli fa con Gutemberg. Qui noi crediamo di essere in presenza di un tipo di orizzonte ben diverso: non basterà più avere la competenza di scrittura, ma bisognerà spingersi nella frontiera della grafica ludica e del gioco di ruolo. Noi da qui vediamo nell'editoria del futuro il lettore che col suo libro ci gioca, impara, scopre, condivide. Come piace a lui.

Che sembra tanto un articolo di Jobsiana memoria, ma tante volte negare l'evidenza è da stolti.

Mariangela Lecci

Mariangela Lecci

A chi lascerò le mie password e i miei libri? A nessuno. Il Paradiso è quel posto dove potrò portarmi tutto questo con me. Il resto lo ritroverò lì. Gatto incluso.

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.