Tre grossi gruppi vedono crescere la vendita di eBook in US

Pareva che il mercato eBook negli Stati Uniti non avesse fatto grandi progressi nel 2013. E invece, per Hachette e Simon & Schuster c'è stata una crescita.

Il colosso francese Lagardère, casa madre di Hachette, ha recentemente pubblicato i propri risultati finanziari dell'anno passato, indicando che le revenues dal publishing sono aumentate dell'1.9% nel 2013, attraverso tutte le unità, raggiungendo un totale di due miliardi di euro. In particolare, le vendite di eBook hanno rappresentato il 10.4% del totale, con una concentrazione di introiti provenienti da US e UK. 

CBS, il gruppo che include Simon & Schuster, ha pubblicato simili risultati nel corso della settimana. Le revenues totali di Simon & Schuster hanno fatto riscontrare un aumento del 2.4% durante il 2013. 

HarperCollins si aggiunge a questo coro: durante l'ultimo quarto dell'anno, le vendite di ebook sarebbero aumentate fino al 30% rispetto allo stesso periodo del 2012.

Tirando le somme: tre tra i cinque maggiori gruppi editoriali US affermano che le vendite di eBook sono in crescita, nello stesso momento in cui l'Association of American Publishers dichiara invece che il mercato eBook nel 2013 è rimasto fermo. Ciò potrebbe innanzitutto far pensare che i grossi gruppi si stiano rafforzando a dispetto di una competizione formata da piccole case editrici.

Allo stesso tempo, però, alla base di questo risultato ci potrebbe essere la rimozione di alcune normative che imponevano un controllo sui prezzi: la possibilità di vendere eBook a prezzi più bassi potrebbe aver portato ad un aumento significativo delle vendite. Anche in questo, i grandi gruppi potrebbero essere avvantaggiati.

Elena Chiara Mitrani

Colleziono macchine da scrivere. Amo Parigi, i libri e il calcio. Scrivo di libri, viaggi ed esseri umani.

2 Commenti