Il Better Porn di Alain De Botton

Alain De Botton colto in flagrante mentre consulta siti porno in aeroporto

Il nuovo progetto di Alain De Botton, già autore di Le consolazioni della filosofia, Architettura e felicità e Del buon uso della religione, è quello di rivoluzionare la pornografia.

Il filosofo svizzero ha annunciato tramite il sito della sua School of Life, di voler organizzare una gang bang con i pezzi grossi dell'industria pornografica per discutere insieme della possibilità di fondare una nuova pornografia che sia socialmente accettabile e si basi su valori nobili: "La sessualità non deve più andare di pari passo con la stupidità, la brutalità, la disonestà e lo sfruttamento, deve al contrario abbracciare i valori più nobili, come la gentilezza e l'intelligenza".

Secondo De Botton, la pornografia oggi rappresenta una minaccia per chi la crea e per chi la consuma perchè chiede allo spettatore di negare la propria etica, il proprio senso estetico e la propria intelligenza obbligando le persone a scegliere tra essere umano e essere sessuale, quando invece sesso e virtù potrebbe coesistere, come dimostrato per esempio dagli antichi greci.

Idealmente il porno potrebbe riuscire nel compito di eccitare mente e corpo, stimolare il nostro desiderio sessuale e al contempo presentarci il lato più elevato, in tutti i sensi, della natura umana. In concreto si sa ancora poco, tranne che tutte queste tesi confluiranno in Better Porn, un sito che non farà sentire la gente in colpa per googolare tette e culo.

Cosa ne pensate, sono tutte seghe mentali o è possibile e auspicabile una pornografia che implichi un coinvolgimento di tutti i nostri organi?

Quali potrebbero essere le categorie di Better Porn, forse Pilf, (Poet I'd like to fuck) o Big Brains?

 

Viviana Lisanti

2 Commenti