Il Libraio si ritaglia un proprio spazio in rete

E dunque è il caso di dare un caldo benevenuto online a Illibraio.it, che ha da poco aperto i metaforici battenti digitali trasferendo l'esperienza accumulata in anni di presenza cartacea nelle librerie di tutta Italia in un sito dalla grafica semplice e accattivante sul quale è possibile tenersi aggiornati su tutto ciò che vi è di libresco ed editoriale. Illibraio.it andrà quindi ad affiancare la già esistente rivista (dalla quale si differenzierà con contenuti ad hoc e nuove caratteristiche) inglobando i siti web di Cado in piedi e Infinite Storie.

I famosi lettori forti — questa categoria sociale poco chiara e di cui in Italia si lamenta sempre lo stato precario e i ranghi spopolati —  di sicuro conosceranno Il Libraio, quella rivista sottile ma densa di informazioni che ha sempre fatto capolino fra gli scaffali delle librerie con titolo rosso e abbondanza di articoli, interviste e recensioni a orientare i gusti e gli acquisti dei lettori. Dopo anni di presenza online, il Gruppo Editoriale Mauri Spagnol ha deciso di affacciarsi anche sul web, e con un successo già da ora notevole se vogliamo considerare le decine di migliaia di conferme sotto forma di like dai social media.

Punto di forza de Illibraio.it sarà ancora una volta la duratura collaborazione con gli addetti del settore: il Gruppo Editoriale Mauri Spagnol è infatti il colosso editoriale che sta dietro a case editrici come Longanesi, Garzanti, Vallardi, Guanda e Corbaccio, e definire privilegiata la sua posizione dietro alle quinte del mondo editoriale italiano sarebbe un notevole eufemismo. Ciò nonostante, quella di creare un sito web de Il Libraio, per quanto possa apparire quasi scontata in un'era in cui alle prime edizioni vanno a sostituirsi gli ebook, rimane una decisione azzardata e coraggiosa. Come abbiamo visto con i casi di Cultora e di Cultweek non meno di due settimane addietro, la competizione online è feroce, le offerte interessanti comunque numerose, e le idee brillanti materiale prezioso di cui fare tesoro.

Da compagni di viaggio nella diffusione della cultura dei libri in rete, non possiamo che augurare a Ilibraio.it il meglio, sperando che alla parola competizione finiremo tutti col preferire quella di collaborazione.

Lorenzo Andolfatto

Sono lettore, traduttore, interprete e studiante. Mi occupo di cose cinesi nelle ore di lavoro, e di cose letterarie perlopiù americane nel tempo libero. Non sono ancora diventato musica da ascensore.

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.