Il sorpasso

Allora, mettetevi pure comodi e tranquilli coi vostri libri in mano. Non c'è nessuna apocalisse libraria all'orizzonte, quantomeno non nel nostro giardino. Il sorpasso annunciato da Amazon, "eBook batte libro", cambierà ben poco nelle nostre vite di lettori.

Nonostante ciò la notizia c'è, ed è anche piuttosto importante. La libreria online americana ha annunciato che le vendite dei libri elettronici hanno superato quelle dei libri cartacei. In particolare, il rapporto sarebbe di 105 (eBook) a 100 (libri cartecei). Se vi sembra di averla già sentita questa è perché in effetti di sorpassi parziali ce ne sono stati diversi. Oggi però si parla di un successo calcolato sul vero totale. Tra gli eBook infatti non sono nemmeno contati quelli gratuiti (derivati spesso da opere di pubblico dominio) che in passato avevano aiutato a gonfiare un po' le cifre. 

Jeff Bezos, fondatore e CEO di Amazon ha dichiarato che nemmeno loro si aspettavano una crescita tanto rapida. Il mercato dell'editoria digitale, infatti, è giovanissimo. Il primo Kindle (il lettore di eBook di Amazon) venne messo in commercio soltanto nel 2007. Secondo i dati di Amazon da allora le vendite sono aumentate esponenzialmente. E proprio il Kindle sarebbe uno dei fattori che hanno portato allo storico sorpasso. Quel piccolo aggeggio ad oggi costa "soltanto" 114 dollari, una spesa affrontabile da molti lettori.

Certo è che Amazon ha la più vasta scelta di eBook in assoluto (e probabilmente la maggior possibilità di investimenti) per cui se le vendite non andassero bene a loro il dato sarebbe abbastanza allarmante. Insomma, fuori dalle legittime logiche di sponsorizzazione, possiamo vedere questo dato in un altro senso: 105 a 100 è praticamente un pareggio, no? Forse libri elettronici e libri cartacei stanno andando di pari passo, imparando a convivere in un mercato dove, volendo, c'è posto per tutti. Per dire, vi risulta che la radio sia sparita da quando c'è la televisione? E la televisione da quando c'è internet? La coesistenza di tutti questi strumenti non ha forse aumentato le nostre possibilità di scelta?

Margherita Caramatti

Margherita Caramatti

Conosciuta anche come Maggie. E' nata con la passione per i libri e cresciuta con quella della tecnologia e del uéb, oggi cerca di unire le due cose e farne una professione.

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.