Anteprime di pregio tra Zerocalcare e Orfani, Vanna Vinci a Bruxelles e tutte le cover di Dragonero

Siete pronti per una puntata de Le CosmiComics piena di pillole fumettose di spessore? Speriamo di sì, anche perché questa settimana cominciamo col botto, con un autore che è capace di smuovere orde di fan a ogni presentazione e di mettere d'accordo pubblico e critica… Di chi stiamo parlando? Di Zerocalcare, naturalmente!

Zerocalcare - Nuovo libro - collage

♦ Anteprime D.O.C.! La scorsa settimana, BAO Publishing ha postato sulla propria pagina Facebook la preview del nuovo libro di Zerocalcare, in uscita il 2 ottobre e intitolato L'elenco telefonico degli accolli. Il volume sarà una raccolta delle storie pubblicate dal fumettista romano sul proprio blog ma, come già si è visto con l'antologia precedente intitolata Ogni maledetto lunedì su due, all'interno del libro troverà spazio una corposa storia inedita. Se volete leggere le prime 11 pagine della storia vi basterà cliccare qui, per dare modo alla vostra scimmia di iniziare a darvi il tormento. Ottobre, quest'anno, non arriverà mai troppo presto! P.S. pillola nella pillola: la variant del volume sarà firmata niente meno che da Leo Ortolani (la varia-che-cosa? Una variant è semplicemente una versione alternativa di un libro o di un albo a fumetti, che si differenzia dall'edizione standard per una copertina diversa – realizzata solitamente da una firma di prestigio – e da una tiratura limitata. Il contenuto del volume è generalmente identico a quello della versione normale).

Anteprima Orfani - Stagione 3 - I Cani

♦ Una sbirciatina a I Cani… Sul proprio profilo Instagram, Roberto Recchioni (che tra le altre cose è autore e co-creatore di Orfani, nonché attuale curatore di Dylan Dog) ha postato in anteprima una tavola della terza stagione di Orfani (che potete ammirare qui sopra), che mostra i "cani". In questo momento siamo in attesa del dodicesimo e ultimo numero della seconda stagione, quindi non sappiamo ancora chi siano questi misteriosi personaggi. L'autore non ha giustamente spiegato nulla nel post, limitandosi a introdurre i protagonisti della tavola:

« (…) vi faccio vedere una tavola estratta dal primo numero della terza stagione di Orfani. Un paio di modelli di "cani". »

Vanna Vinci - Bruxelles♦ La bambina filosofica a Bruxelles: Vanna Vinci (autrice tra le altre cose de Il richiamo di Alma, adattamento a fumetti dell'omonimo romanzo di Stelio Mattioli) è stata scelta, assieme ad altre autrici europee, per decorare la città belga con un affresco. La protagonista dell'opera è appunto la Bambina Filosofica, geniale e irriverente bimba ideata da Vanna e protagonista di un libro di prossima uscita per BAO Publishing. Proprio l'editore milanese ha condiviso sulla propria pagina Facebook le foto della realizzazione dell'opera:

Bruxelles è una città molto fumettosa, ed esistono numerose fiancate di palazzi affrescate a fumetti (http://www.bruxelles.be/artdet.cfm/5316). Quest'anno inizia un nuovo programma di decorazioni a opera di autrici europee, e tra le prescelte c'è la nostra Vanna Vinci. Il suo affresco, una Bambina filosofica ispirata al pittore belga Magritte, sta prendendo forma proprio in questi giorni!

Dragonero♦Non c'è due senza tre! Siete amanti del genere fantasy? Allora dovreste iniziare a leggere Dragonero, la serie mensile di Sergio Bonelli Editore. Sul sito della casa editrice milanese è stata pubblicata una gallery per celebrare l'ingresso nel terzo anno di vita della testata fantasy di via Buonarroti. Se volete rifarvi gli occhi non dovete fare altro che cliccare qui per gustare le cover a colori degli ultimi dodici numeri di Dragonero.

Monolith - Protagonista♦ Born in the USA… In Italy! Perché pubblicare la foto di una superbellezza in una rubrica di fumetti? Perché la splendida Katrina Bowden (30 Rock) è entrata a far parte del cast di Monolith. L'ennesimo blockbuster pieno di supereroi targato Marvel o DC Comics? No, anzi! Questa volta si tratta della trasposizione cinematografica di un fumetto completamente nostrano, appunto Monolith. La curiosità è che il fumetto in questione non è stato ancora pubblicato, ma ha già in lavorazione un adattamento per il grande schermo. Per la verità bisogna precisare che il progetto è nato originariamente pensando proprio a un film. Ma a volte (spesso) la strada che porta alla realizzazione di una pellicola può essere piuttosto tortuosa e, durante un momento di pausa della produzione, l'idea è stata ripensata dagli autori (Recchioni, Uzzeo e Ceccotti) per farne un fumetto. Nel frattempo la produzione si è rimessa in moto e dagli States iniziano ad arrivare le prime notizie. Sul sito Mangaforever è uscito negli scorsi giorni un esaustivo articolo con tutto quello che c'è da sapere sul film, sul cast e sul fumetto. L'edizione cartacea, che vede ai testi Roberto Recchioni (creatore e autore di OrfaniOrfani: Ringo) e Mauro Uzzeo (autore di Orfani: Ringo) e ai disegni LRNZ (autore del bellissimo graphic novel Golem), uscirà prossimamente per Sergio Bonelli Editore.

Igort - Quaderni giapponesi♦ Calendari giapponesi! Negli scorsi giorni Igort, fumettista italiano e fondatore della casa editrice Coconino Press, ha pubblicato sulla propria pagina Facebook la foto che vedete qui sopra, annunciando la fine dei lavori della sua prossima opera, I quaderni giapponesi, un'autobiografia dei suoi anni trascorsi in terra nipponica. Non manca molto, quindi, per poter leggere il prossimo libro dell'artista cagliaritano. A corredo della foto, l'autore ha spiegato il proprio metodo di lavoro e il mix di emozioni che si prova alla fine di un progetto di questa portata: 

per circa due anni questo foglio con il timone del libro è stato appeso alle spalle del mio tavolo da disegno. Ogni quadratino una pagina, dapprima viola (da disegnare) poi blu (disegnata) poi arancio (inchiostrata) poi rosso (colorata). Un gioco dell'oca in cui ogni tanto mi fermavo, anzi peggio, tornavo indietro. Quando rifacevo, tagliavo, seguendo il respiro del libro, cercando di capire la sequenza giusta. Ogni quadratino poteva essere giornate intere di lavoro, a seconda. 
POP! champagne! 
Oggi ho finito i quaderni giapponesi.
Il lavoro che mi ha regalato momenti indimenticabili. Ora vago per lo studio intontito. Con un senso di vuoto che conosco. Che mi assale dopo ogni parto.

 

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.