Il PPP e il post Lucca più o meno blasonato

♦ The day after tomorrow Lucca: si è conclusa domenica la convention toscana dedicata al mondo del fumetto (e dei games). La più blasonata dell’anno, attesa e contesa, decisamente contestata ma al tempo stesso imprescindibile. Sembrava un alzare la cresta, un tentativo di emulare le cugine americane, la scelta di un tetto massimo di partecipazioni, di costi nuovamente aumentati e differenziati a seconda del giorno prescelto. Magari lo è stato, un alzare la cresta, quel che è certo è che rispetto allo scorso anno, a livello di qualità della vita in fiera la differenza si è sentita. In positivo. A livello di vendite per gli espositori, forse anche. Ma in negativo.

♦ Cosa è successo: tra giovani blogger investiti da vecchi al volante, peschini in Piazza Anfiteatro la sera al freddo che ti fa sgrinciare, cosplayer folli che intasano il cammino – passiamo dal Gianni Morandi alle Catwoman di tutte le forme e dimensioni – le notizie fumettose non sono mancate. Il mio momento più alto, probabilmente la dedica di Miguel Brieva (Quello che mi sta succedendo) a tema bici e fondoschiena. Ma proviamo a sintetizzare:

♦ BAO Publishing e Sergio Bonelli Editore si uniscono per quanto riguarda la distribuzione in libreria. Questo il primo catalogo frutto di questa collaborazione.

Rimanendo in tema SBE: Sio, dopo aver scritto per Topolino, sceneggerà anche storie di Dylan Dog con Groucho come protagonista.

♦ Dylan si troverà ad affrontare un crossover con Valter Buio.

Dicesi, barbaramente, crossover un fumetto che mixa due diversi titoli. Come se J.K. Rowling si mettesse a tavolino con Bram Stoker e facessero incontrare Harry con Van Helsing.

Dicesi Valter Buio un personaggio Star Comics nato dalla mente di Alessandro Bilotta, sceneggiatore anche del DyD futuristico del Pianeta dei morti – vi gira la testa, eh?

Lupin III, il manga di Monkey Punch che ha ispirato il cartone, verrà ristampato da Planet Manga, e speriamo che la lettura ci tolga dalla testa la nuova sigla di Moreno.

Grazie al cielo Ratigher farà uscire un nuovo libro. Questa volta con SaldaPress, e si chiamerà La notte è dei fantasmi.

Dicesi Ratigher, perl’ammmordidddio, l’autore del fantastico Le ragazzine stanno perdendo il controllo. La società le teme. La fine è azzurra. Se non l’avete ancora fatto scaricatelo. Si può. Si deve.

Infine, se volete sapere i vincitori del premio Gran Guinigi, il più longevo degli award dedicati alla nona arte, andate a sbirciare tutti i vincitori.

♦ Not another Lucca story: in contemporanea con il Comics&Games 2015 si è tenuto anche il Borda!Fest, festival delle produzioni musicali, visive e letterarie sotterranee. Accompagnato da concerti, proiezioni, dibattiti, incontri e sessioni di live painting è stata la faccia underground di questo lungo weekend toscano.

Mentre è di stamattina la pubblicazione su YouTube del film riepilogo dell'ARF! Festival, tenutosi a Roma a fine maggio. Nonostante sia stata la prima edizione questa convention ha suscitato molti consensi, e chissà che col tempo non spodesti dal trono il più longevo appuntamento toscano. 

♦ Il PPP: ieri sono stati i 40 anni dalla scomparsa di Pier Paolo Pasolini, e se l’editoria libraria non ha mai perso occasione per pubblicare quanto possibile che fosse attinente alla sua figura, il mondo del fumetto non è stato da meno. Di colpo, e meglio così, Rizzoli Lizard ha fatto tornare disponibile in libreria Pasolini di Davide Toffolo (il leader degli Allegri ragazzi morti), un’onirica intervista tra l’autore e il poeta (riassumiamo solo con poeta, concedete?). Da leggere.

Beccogiallo, invece, il pallino per il PPP ce l’aveva già da tempi non sospetti, e gli ha dedicato ben due opere del suo catalogo: una sulla morte, l’altra sulla gioventù.

♦ Consigli d'autore: per chiudere in bellezza, se passate da Milano, domani sera alle 20, nella libreria Spazio B**K si terrà l'incontro Letture a Fumetti con Franco Busatta (tra le molte cose anche coordinatore redazionale della testata Dylan Dog, SBE) e Andrea Plazzi (anche nel suo caso impegnato su più fronti ma ricordato in particolare per essere il curatore di tutte le serie di Leo Ortolani con Panini Comics). Porteranno i loro fumetti preferiti in un esperimento di lettura partecipata e condivisa.

Enjoy!

1 Commento