Per una marea di libri

Dopo l'uscita del suo ultimo film, "Habemus Papam", Nanni Moretti lancia un concorso per sfidare i suoi fan. L'idea è semplice: bisogna indovinare i titoli di 40 film in base agli indizi forniti dallo stesso Moretti in un video. Vince chi indovina il maggior numero di film. 
Fin qui sarebbe anche fattibile. Ma provate un po' a capire di che film stiamo parlando partendo da una descrizione come questa: 

Vado al cinema a Rivoli con la mia fidanz…insomma con una mia amica e fin dai titoli di testa mi dico: "Questo film dev'essere bruttissimo". E' una partita di rugby, naturalmente girata con la macchina a mano. A me in questo periodo piace la macchina fissa. Lei invece mi dice "Bè, dalle prime immagini sembra che sarà bello questo film, no?". "No. Avevo ragione io."

Per ammissione dello stesso Moretti all'interno del video ci sono almeno cinque film che è impossibile indovinare. "Bisognerebbe essere nella mia testa", ha detto il regista. Ci sono film descritti in base alla commozione provata o in base allle dichiarazioni del regista:

Il regista di questo film ha detto "Io giro da Dio". Ora. Il padreterno purtroppo non c'è. Ma se esistesse e facesse il regista magari sarebbe un po' più sobrio. 

Insomma, se non fosse per il premio in palio, questo concorso sarebbe forse da lasciare ai cinefili. Ma è bene che sappiate che chi indovina il maggio numero di titoli, vincerà l'intero catalogo Fandango: film e libri. Sono una marea di libri. Roba da dover comprare tre o quattro librerie Billy (scagli il primo chiodo chi non è passato per una libreria svedese!) 
Quindi, a parte vivere nell'attesa che qualcuno trasponga questa idea in ambito letterario e ci faccia divertire per davvero, se per caso avete qualche conoscenza cinematografica vale la pena mettersi in gioco e provare. Avete tempo fino al 14 Maggio. Attenzione però. Temo che cercare di entrare nella testa di Moretti potrebbe essere un viaggio senza ritorno. 

Margherita Caramatti

Conosciuta anche come Maggie. E' nata con la passione per i libri e cresciuta con quella della tecnologia e del uéb, oggi cerca di unire le due cose e farne una professione.

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.