Teste dure

 Attualità & Approfondimento / Teste dure

Ci si sono messi d’impegno, nel 2009, a organizzare un bel Festival di Letteratura a Firenze. E ovviamente, visto il successo della prima edizione, hanno voluto ripetersi nel 2010. Ma hanno trovato poche porte aperte, poca disponibilità e soprattutto pochi soldi per gestire un evento che si voleva lungo 10 giorni e con ben 40 ospiti nazionali e internazionali. Si sarebbe dovuto chiamare "La comunità ospitale" ma di comunità se n’è vista poca.

Un collettivo di scrittori under 30 diretto da Alessandro Raveggi, tutti attivi da tempo e già noti al grande pubblico, non ha mollato e quello che n’è venuto fuori è "Ultra. Il Festival che non c’è", una serie di appuntamenti letterari che si svolgeranno a partire da domani 18 fino al 25 settembre in diversi luoghi di Firenze. E nonostante le difficoltà, il Festival-che-non-c’è parte con una "Babele situazionista", ossia un mix del meglio dell’underground letterario italiano, continua con un listening party di poesia e finisce in bellezza con la presenza di George Saunders, pluripremiato autore statunitense.

Teste dure questi giovani scrittori / organizzatori: Alessandro Raveggi in primo luogo, ma anche Vanni Santoni, Francesco Pacifico, Elisa Biagini, Martina Testa e tanti altri. Non si danno per vinti e tirano su, con il solo aiuto della Syracuse University e della Minimum Fax, un evento letterario di tutto rispetto in una città come Firenze che è rimasta alle risse d’inizio Novecento di Marinetti & Co. nel Caffè Giubbe Rosse e che si fa sempre più salotto per turisti crassi e danarosi. Ce ne fossero, di teste dure così.

eFFe

eFFe sarebbe un antropologo, ma ha lavorato come lavapiatti, professore, pubblicitario, ghost-writer e sandwich-man. Di conseguenza non crede che un uomo possa essere definito dal lavoro che fa, ma solo da come lo fa.

3 Commenti
  1. qualche piccola correzione-rettifica:

    “Un collettivo di scrittori under 30 diretto da Alessandro Raveggi, tutti attivi da tempo e già noti al grande pubblico” e “organizzatori: Alessandro Raveggi in primo luogo, ma anche Vanni Santoni, Francesc
    o Pacifico, Elisa Biagini, Martina Testa e tanti altri”

    gli organizzatori di Ultra erano, come riportato sul sito novevolt.wordpress.com:

    “comitato direttivo Ilaria Giannini, Francesca Matteoni, Jacopo Nacci, Enrico Piscitelli, Alessandro Raveggi, Vanni Santoni”.
    su “attivi” e “noti” non saprei che dire.

    ma nulla c’entrano, quindi, Pacifico e Testa.
    Pacifico sarebbe stato uno degli ospiti, se il festival si fosse fatto. Martina Testa andrà a Ultra in qualità di traduttrice di Saunders. nulla c’entrano con Ultra.

    altra rettifica: il “comitato” non era diretto da nessuno.

    ultima rettifica: gli organizzatori del festival rimaneggiato sono Alessandro Raveggi, Colletivomensa e Francesca Matteoni.

    fine.
    grazie ragazzi,
    un saluto affettuoso,
    enrico

  2. Ciao Enrico, grazie per le precisazioni. A mia volta ti faccio osservare le informazioni per redigere la news sono state prese proprio dal sito di Novevolt, e più precisamente dalla pagina

    http://novevolt.wordpress.com/2010/09/17/ultra-il-festival-che-non-ce-dal-18-al-25-settembre-a-firenze/

    dove, alla terza riga, si cita “un comitato di scrittori trentenni, riconosciuti a livello nazionale”. Reso, nell’articolo, con “un collettivo di scrittori under 30 diretto da Alessandro Raveggi, tutti attivi da tempo e già noti al grande pubblico”. Un modo diverso per dire la stessa cosa, anche se capisco che possa non piacere.

    Sul sito Novevolt, poi, non riesco a trovare da nessuna parte (ma deve trattarsi di una mia evidente svista, immagino) la frase “comitato direttivo Ilaria Giannini, Francesca Matteoni, Jacopo Nacci, Enrico Piscitelli, Alessandro Raveggi, Vanni Santoni”.

    L’affermazione che il “comitato” fosse diretto da Alessandro Raveggi si spiega con il fatto che il link menzionato sopra riporta in calce la sua firma, in qualità di “direttore artistico di ULTRA-Festival 2009-2010”. Da cui ho dedotto che bene o male Alessandro Raveggi incarni una sorta di leadership. Non vedo perchè definirsi “direttore”, altrimenti.

    Per quanto riguarda la lista degli organizzatori del festival rimaneggiato, noto solo ora che essa è riportata nel programma. Ora, a mia discolpa posso dire, ma senza certezza matematica, che quel programma non era presente sul sito al momento della stesura dell’articolo – o almeno io così ricordo. Posso sbagliare, naturalmente, e se questo è il caso abbi allora i miei ringraziamenti per la precisazione. Tuttavia, mi rafforzo nella mia memoria osservando che l’immagine del Programma che io stesso ho allegato in testa al pezzo, scaricata proprio dal sito Novevolt, non vi è più presente, sostituita da un’altra che riporta invece la dicitura “A cura di: Francesca Matteoni, Collettivomensa, Alessandro Raveggi”. Presumo allora che si tratti di una prima versione del Programma, del resto l’unica disponibile al momento di stendere l’articolo.

    Last but not least, la frase che tu riporti su Pacifico e Testa è incompleta; l’originale è: “Teste dure questi giovani scrittori / organizzatori: Alessandro Raveggi in primo luogo, ma anche Vanni Santoni, Francesco Pacifico, Elisa Biagini, Martina Testa e tanti altri”. Si parla, appunto, di scrittori SLASH organizzatori (e non solo di organizzatori come lasci intendere tu), dove per amore di brevità si sono accorpati nomi e ruoli diversi, accomunati solo dal fatto di essere presenti (o annunciati) al Festival.

    Spero di essere stato sufficientemente chiaro, ora. E spero di non aver urtato la suscettibilità di nessuno degli organizzatori e/o scrittori trentenni riconosciuti a livello nazionale, i quali fanno davvero un bel lavoro nel portare avanti queste iniziative.

    Grazie mille,

    eFFe

  3. ma no, figurati.
    sentivo solo la necessità di rettificare alcune cose.
    grazie dello spazio e dell’attenzione, e perdona invece l’intrusione.

    le comunicazioni – specie le ultime – di Ultra sono state un po’ frenetiche e non sempre chiarissime, causa rimaneggiamenti e difficoltà varie, specie organizzative.

    ciao e a presto,
    e-