Tag: eFFe

Lee Siegel | Homo interneticus

Pessimismo e fastidio: la Rete è anche rete che ti cattura, come il pesce che poi finisce nell’acquario. E i soliti noti ci guadagnano. Ma anche no: la Rete può diventare strumento di liberazione e crescita, se la usiamo criticamente. Per esempio, svelandone le trappole.

0 Condivisioni

Le impronte digitali: Sergio Covelli

Sergio Covelli l’ho conosciuto a una conferenza sul self-publishing organizzata da Mauro Sandrini a Faenza: un personaggio dal multiforme ingegno e dalla profonda umanità. Uno che vale la pena conoscere!

4 Condivisioni

Hanno tutti ragione

Dalla curva sud dello Stadio San Paolo di Napoli, una caloroso benvenuto a tutti a questa quarta puntata della Guida al Finzionato! Oggi è sceso in campo uno squadrone, con prestazioni fuori dall’ordinario, che nelle malelingue hanno suscitato forti sospetti di doping. Vediamo le pagelle di Hanno tutti ragione di Mister Paolo Sorrentino

0 Condivisioni

The Staff Recommends

Che fate quando cercate un nuovo libro, magari dopo averne terminato uno che vi ha segnato? Leggete le recensioni o consultate le classifiche? Il web è pieno di posti dove cercare in tal senso: Anobii, Goodreads, i vari blog tematici. O Finzioni, per dire. E adesso ce n’è una in più: si chiama The staff recommends.

4 Condivisioni

Wu Ming 1 | Defeticizzare la Rete!

Se vogliamo capire come le tecnologie digitali influenzano il nostro presente e soprattutto il nostro prossimo futuro, non dobbiamo per forza leggere un mucchio di libri complicati. Può bastare un singolo articolo, il post di un blog famoso.

3 Condivisioni

Quando si dice la pigrizia

ReadEasy, permette al lettore pigro – tipo io – di leggere senza dover nemmeno fare la fatica di reggere il libro con le braccia. E, se leggete Guerra e pace, per esempio, è un vantaggio non da poco.

0 Condivisioni

Le impronte digitali: Arturo Robertazzi

Arturo Robertazzi fa lo scrittore e lo scienziato, beve birra e rimorchia poco. Ma sa usare bene la rete ed è un gran brava persona. Ce ne fossero!

0 Condivisioni

Borges contro Foucault?

Stamattina, il grande capo Gei Gei Cerbiatto, distribuendo i compiti, mi fa: «Senti eFFe, te che leggi quelle robe pesanti, guarda un po’ se puoi fare un pezzo su ‘sti tipi che hanno fatto una rivista on-line chiamandola come quel libro di quel francese… com’è che si chiamava?»

0 Condivisioni