Tag: eFFe

BibliograFFi: Genova

Genova è molto di più di quei giorni di dieci anni fa. E’ Montale, Sbarbaro, De Amicis, Sanguineti, e pure Paolo Villaggio che di libri ne ha scritti proprio tanti. Ma ora come ora, Genova è memoria e indignazione.

0 Condivisioni

Essere indie a… Firenze

“Indie per cui” oggi arriva a Firenze, patria di Dante, delle lingua italiana (si dice…) e del lampredotto… (l’è bono i’lampredotto!)

2 Condivisioni

Di memoria, indignazione e qualche libro

Le tecnologie dell’editoria digitale si stanno felicemente prestando a un (self-)publishing che chiamerei di base, nel senso che dava a questa parola il vecchio Partito Comunista. La base ora pubblica da sola e lo fa anche molto bene. Editori, occhio: i lettori del mondo si stanno unendo.

0 Condivisioni

BibliograFFi: il calcio

Calcio e letteratura allora trovano un terreno comune nella costruzione di un’epica, nel tratteggio di eroi, nella descrizione e nella coloritura di battaglie. Pasolini diceva che il calcio è un linguaggio con i suoi poeti e i suoi prosatori: del resto, cos’altro è lo Schema di Propp se non uno schema tattico per la nazionale sovietica?

0 Condivisioni

La lectio magistralis di Zadie Smith

Penso che stiamo entrando in un periodo rivoluzionario d’intimità fra scrittore e lettore. Nessuno dei tramiti o dei guardiani che solitamente governavano tale rapporto ha più vera rilevanza. Lo dice Zadie Smith, mica nespole.

0 Condivisioni

Non vogliamo finire come Joseph K.

Questo allora è quanto accade quando i governanti tentano di eludere il controllo sul loro operato: la realtà si mescola con la fantasia, e la giustizia diventa un capriccio. Affinché questo non succeda, non deve esserci nessun ostacolo, nessuna disparità, nessun privilegio, nessun impedimento all’esercizio di una giustizia uguale per tutti.

0 Condivisioni