Tag: Finzioni n. 0

Agnes Browne Mamma

Recensioni / Agnes Browne mamma di Brendan O’Carroll

Agnes Browne è diventata il mio idolo di donna. Nella Dublino proletaria e cattolicissima (con l’accezione Irlandese del termine che, credetemi, ha caratteristiche tutte sue) si susseguono le vicende di una donna forte e determinata che nella morte del marito ritrova slancio e respiro. Se poi consideriamo il contorno e il periodo storico, gli anni Sessanta, allora tutto diventa ancor più divertente

0 Condivisioni

Neve

Recensioni / Neve di Maxence Fermine

Neve è il romanzo d’esordio di Maxence Fermine. Neve è un romanzo, ma anche qualcosa di più: è un inno di amore per la scrittura.
Un giovane e promettente poeta celebra, con le sue parole, la gelida e disperata bellezza della neve. Un anziano pittore dipinge ossessivamente il ricordo dell’amata fino a diventare cieco. Un’equilibrista si sente libera solo quando può sfidare se stessa sospesa nel vuoto. A unire questi personaggi è la ricerca della perfezione e, in un certo senso attraverso questa, della felicità.

0 Condivisioni

 La Guerra dei Dieci Anni

Recensioni /  La Guerra dei Dieci Anni di Alessandro Marzio Magno

Tutti noi abbiamo un’idea più o meno vaga di cosa sia successo in ex-Jugoslavia negli anni 90. Una guerra lunga, assurda e atroce, come tutte le guerre. Questa però ha qualcosa “in più” di tante guerre.

0 Condivisioni

No One belongs Here More Than You di Miranda July

Recensioni /  No one belongs here more than you di Miranda July

I racconti di Miranda July parlano delle trame irrisolte, inimmaginabili, perverse e geniali, ambientate negli stessi luoghi e con gli stessi protagonisti: i vicini di casa, la relazione con il migliore amico, l’adolescente omosessuale, il trasferimento da città a paese, le amiche morbose, e così via. Sono tutti figli di Cidrolin de I Fiori Blu, tridimensionali e genuini, scorretti e credibili.

0 Condivisioni

Il Libro Nero di Orhan Pamuk

Recensioni /  Il Libro Nero di Orhan Pamuk

Ogni mattino una Istanbul sonnacchiosa si sveglia e legge le sue rubriche sul Milliyet, cercando di capire attraverso frasi che descrivono la vita quotidiana di barbieri, creatori di manichini o librai, quale sia il proprio destino. Ogni mattina Galip si sveglia e deve capire cosa si nasconda dietro il suo mistero privato, dove sia finita la moglie Ruya. Per farlo comincia a “leggere” le cose che lo circondano come fossero indizi

0 Condivisioni

 Una Testa Mozzata di Irvine Welsh

Recensioni /  Una Testa Mozzata di Irvine Welsh

In Una testa mozzata Jason King, ex-fantino e giocatore di Subbuteo, e Jenny Cahill, figlia viziata di una ricca famiglia e appassionata di equitazione, sono due coetanei che vivono a Cowdenbeath, Fife Centrale, Scozia. Le loro giornate sono quelle di due tipici venticinquenni. Lui si barcamena tra il torneo del popolare calcio da tavolo, sussidi, “pinte di oro nero” (leggi Guinness) al Goth pub in compagnia degli amici, abbandoni a fantasie sessuali

0 Condivisioni

Numero 0

E’ uscito il numero zero di Finzioni, mensile di lettura creativa. Un approccio leggero a contenuti pesanti.
La lettura è un atto creativo e noi la trascriviamo.

0 Condivisioni

I Sotterranei di Jack Kerouac

Ci sono libri che, per ragioni di mercato, rimangono nell’ombra di un’altra opera dello stesso autore. È il caso di I sotterranei di Jack Kerouac, libro meno conosciuto del più blasonato Sulla strada ma da molti ritenuto il capolavoro dell’icona della Beat Generation.

0 Condivisioni