Godiva: escort like me

photocredit: Kristen Johnston for Peta: Against horse drawn carriages

Lady Godiva – figura storica (XI secolo), leggendaria, letteraria e teatrale – si dice cavalcò nuda in tutto il suo paese, Conventry, per ottenere un favore. Voleva che il marito, conte Leofrico, abolisse l’ennesima tassa imposta ai già poveri sudditi.

Godiva, insomma, utilizzò il suo consapevolmente bel corpo, nudo e in pubblico, al fine di rimediare un’agevolazione economica, coma una vera e propria escort ante litteram. Che le motivazioni fossero nobili e altruistiche non è il dato rilevante: d’altronde fior di escort proclamano di esercitare per mantenere figli, famiglie, nipoti, mandare soldi a casa, diventare consigliera regionale, eccetera. 

Anche se l’era B è tramontata, l’upgrade del mestiere più antico del mondo – praticamente un discorso legato solo alla nomenclatura, da puttana a escort, ecco – è ben lungi dal tingersi di rosa sunset.

Numerosi dubbi mi hanno a lungo assalito prima di scrivere questo pezzo. Mi chiedevo se volessi davvero dare nobili radici a un’occupazione che non condivido e che ai miei occhi segnala la deriva di pressoché tutto ciò in cui credo.

Ho deciso di sì solo per la simpatia che provo per Godiva, che sicuramente non fu la prima della storia a sfruttare le proprie grazie, ma sicuramente fu la prima di cui abbiamo notizia, che lo fece platealmente, con tanto di editto, cioè con un moderno comunicato stampa timbrato, firmato e controfirmato da quello che oggi sarebbe il Quirinale.

Sembra che la moglie di Leofrico infatti abbia messo in atto la protesta chiedendo cortesemente ai propri sudditi di chiudersi in casa all’ora del suo passaggio: lei faceva qualcosa per loro e loro avrebbero dovuto per lo meno garantire la tutela della sua pudicizia.

Che donna. Con una giocata ha portato a casa l'intero montepremi. Dobbiamo a colei che dà il nome alla marca di cioccolatini più lasciva del mondo anche la codificazione del guardone.

Se non ci fosse stata Godiva non avremmo neanche i peep show, che prendono il nome da Peeping Tom, ovvero il ragazzo che impazzito di passione per la sua first lady, fece un foro in una serranda per spiare il passaggio dell’amazzone. Il fulgore della donna fu tale che Tom diventò cieco.

Che cosa?! Mi volete dire che Godiva è l’origine anche del

Non toccarti laggiù che diventi cieco/a?!

Michela Capra

Quasi sicuramente sta scrivendo dal suo ufficio-poltrona, con qualche gatto addosso. Si ritrova, suo malgrado, fuori dal mondo almeno tre volte al dì.

3 Commenti
  1. Tonight I’m gonna have myself a real good time
    I feel alive and the world it’s turning inside out Yeah!
    I’m floating around in ecstasy
    So don’t stop me now don’t stop me
    ‘Cause I’m having a good time having a good time

    I’m a shooting star leaping through the skies
    Like a tiger defying the laws of gravity
    I’m a racing car passing by like Lady Godiva
    I’m gonna go go go
    There’s no stopping me
    […]
    F.M. “Don’t Stop Me Now

  2. dai, va bene, lo confesso, ho appreso dell’esistenza di lady “godaiva” grazie a questa canzone. ma sul serio però!