Il calendario letterario, per 365 giorni con la testa nei libri

Per chi è religioso, ogni giorno c’è un santo a cui votarsi. 
Per chi è vizioso, ogni mese c’è un donnina o un omino discinti che ammiccano da un calendario appeso al muro della cameretta.
Per chi è bambino, fuori o dentro, ogni Natale c'è il calendario dell’Avvento, che regala cioccolatini mezzi sciolti e pensieri felici.
E noi amanti dei libri, come possiamo librescamente scandire giornate che sembrano tutte uguali le une alle altre?

A noi ha pensato il magazine americano  Flavorwire, che ha realizzato un’infografica dal titolo The Ultimate Literary Calendar che ci ricorda giorno per giorno che cosa è successo nel mondo dei libri: non solo anniversari di nascita e morte degli autori più importanti, ma pubblicazioni di libri che hanno fatto la storia della letteratura, matrimoni e incontri, litigi, premi e tutti gli aneddoti e le curiosità che popolano il discorso intorno ai libri.

Ecco alcuni eventi che quando li ho letti mi hanno fatto pensare: come facevo a vivere senza saperlo (o ricordarlo)?

– 13 febbraio 1976: Mario Vargas Llosa tira a Gabriel García Márquez il cazzotto più famoso della storia della letteratura, almeno di quella contemporanea;

– 24 febbraio 1852: in preda a una crisi religiosa Nikolaj Gogol' brucia alcuni suoi manoscritti, compresa la seconda parte de Le anime morte. (Raccontò agli amici che si trattò di uno scherzo che gli aveva giocato il Diavolo, si mise a letto e morì pochi giorni dopo);

– 12 giugno 1942: Anna Frank riceve in regalo un diario per il suo compleanno;

– 27 giugno 1928: Sylvia Beach organizza una cena per far incontrare Francis Scott Fitzgerald e James Joyce;

– 8 luglio 1918: Ernest Hemingway viene ferito in battaglia in Italia; durante la degenza in un ospedale di Milano si innamora di un’infermiera di nome Agnes von Kurowsky;

– 10 luglio 1873: Paul Verlaine spara a Arthur Rimbaud in un albergo a Bruxelles, ferendolo al polso (questa vicenda è ricostruita dettagliatamente in un libro da poco uscito per Bompiani, Una sconosciuta moralità di Giuseppe Marcenaro);

– 6 settembre 1951: William S. Burroughs uccide la moglie Joan Vollmer nel tentativo di replicare (da ubriaco e con una pistola) l’impresa di Guglielmo Tell;

– 18 settembre 1917: Aldous Huxley è assunto come professore a Eton; tra i suoi studenti c’è un certo Eric Arthur Blair, che più tardi si farà conoscere con lo pseudonimo di George Orwell.

E voi, quale evento del calendario letterario celebrerete da oggi in avanti

Francesca Modena

Francesca Modena, nata a Modena, vive e lavora a Modena. Si alza all'alba per scrivere e correre. È fermamente convinta di essere giovane.

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.