Tanti auguri a William Faulkner, l’illustratore

Pochi di voi sapranno che, proprio oggi, ricorre il centisedicesimo compleanno di William Faulkner, Premio Nobel per la letteratura nel 1949.
Qualche appassionato saprà forse che, prima di imporsi come uno dei più importanti autori statunitensi, Faulkner pubblicò a proprie spese una raccolta di poesie: The Marble Faun.
Era il 1924. Ne furono stampate mille copie. Vendute: una cinquantina.

Quasi nessuno sa, invece, che Faulkner aveva un'altra grande passione oltre alla scrittura: il disegno.
Tra il 1916 e il 1925 la University of Mississippi (che Faulkner ha frequentato per tre semestri prima di lasciar perdere, nel 1920) lo pagò per illustrare il giornale dell'Università, Ole Miss, e la sua rivista umoristica, The Scream.

I disegni realizzati dallo scrittore sono caratterizzati dall'evidente influenza della Jazz Age e dell'Art déco e si ispirano perlopiù all'opera dell'illustratore ed esteta inglese Aubrey Beardsley (che Faulkner stimava tanto da riservargli un posticino anche nei suoi romanzi, basti pensare ad Absalom, Absalom!).

Qui sotto trovate una piccola galleria dei suoi disegni (gli altri sono qui) tratti da William Faulkner: Early Prose and Poetry (reperibile gratuitamente anche online, se siete curiosi).
Date un'occhiata e poi diteci, se vi va, in che rapporto credete che stiano queste illustrazioni con quella che, in seguito, è stata l'opera letteraria di Faulkner. C'entrano qualcosa? Riconoscete qualche personaggio in particolare? Qualche indizio sulla vita del caro William? Fateci sapere!

faulkner0faulkner3faulkneresque1faulkneresque2faulkner15faulkner6faulkner9

Valentina Simoni

Una laurea in giurisprudenza, ma da grande voglio fare la coccolatrice di akita. Dico cose che non dovrei dire. Scrivo cose che non dovrei scrivere. Leggo cose che non dovrei leggere. Feticista della grammatica italiana e lettrice compulsiva, bookaholic senza speranze, divoratrice di serie tv. Nel tempo libero ascolto musica classica, imparo a suonare chitarra e pianoforte e gioco a riordinare la mia libreria.

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.