I finalisti del Premio Strega Europeo 2015

La Fondazione Maria e Goffredo Bellonci in collaborazione con la Casa delle Letterature ha presentato in anteprima al Salone Internazionale del Libro di Torino le cinque opere finaliste della seconda edizione del Premio Strega Europeo.

Il Premio Strega Europeo è nato nel 2014 come omaggio alla cultura e alla letteratura europea e ai legami che questa ha con l’Italia. Partecipano al premio cinque opere recentemente tradotte e pubblicate in Italia, che hanno vinto degli importanti riconoscimenti nei paesi di provenienza. La prima edizione è stata vinta dallo scrittore Marcos Giralt Torrente con il romanzo Il tempo della vita (Elliot Edizioni). I finalisti del Premio Strega Europeo si propongono come rappresentanti non solo di tradizioni letterarie e aree linguistiche diverse, ma anche come luoghi di esplorazione del romanzo contemporaneo. Ecco la cinquina dei finalisti:

Dalla Spagna, Sulla sponda di Rafael Chirbes, traduzione di Pino Cacucci (Feltrinelli 2014). Ha vinto il Premio de la Crítica de narrativa castellana e il Premio Francisco Umbral 2013.

Dal Belgio, Guerra e trementina di Stefan Hertmans, traduzione di Laura Pignatti (Marsilio 2015). Ha vinto l’Ako Literatuurprijs e il De Gouden Boekenuil 2014.

Dalla Francia, Pezzi di Vetro di Alain Mabanckou, traduzione di Daniele Petruccioli (66thand2nd 2015). Ha vinto il Prix des cinq continents de la francophonie 2005.

Dalla Germania, Forse Esther di Katja Petrowskaja, traduzione di Ada Vigliani (Adelphi 2014). Ha vinto l’Ingeborg-Bachmann-Preis 2013.

Dall’Olanda, Questi sono i nomi di Tommy Wieringa, traduzione di Claudia Cozzi e Claudia Di Palermo (Iperborea 2014). Ha vinto il Libris Literatuur Prijs 2013.

Martedì 30 giugno i cinque scrittori concorrenti parteciperanno al Letterature Festival Internazionale di Roma dove leggeranno un testo, ciascuno nella propria lingua, dedicato al tema del Festival, incentrato sul destino della Letteratura. Il vincitore del Premio Strega Europeo sarà annunciato il primo luglio in casa Bellonci, con la presenza dei cinque finalisti, dei rappresentanti delle case editrici e delle istituzioni organizzatrici del Premio. Il giorno dopo, giovedì 2 luglio, nel corso della serata dedicata al Premio Strega, il vincitore del Premio Strega Europea riceverà il premio e il riconoscimento del pubblico.

Luigi Mauriello

È un romantico nel senso fitzgeraldiano del termine. Nella vita scrive, beve caffè, va a caccia di refusi sulle locandine dei trasporti pubblici. Dategli uno spunto d'appoggio e con un paragrafo vi salverà il mondo.

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.