Mobius: Lynne Ramsay porta Moby Dick nello spazio

Moby Dick lascia l'Oceano Pacifico per salpare alla volta dello spazio siderale.

Ci avevano già pensato quelli di Futurama, ma stavolta parliamo di Lynne Ramsay che è pronta a girare per il grande schermo Mobius, un film ispirato al classico di Melville con qualche variante: il Pequod diventa una navicella spaziale e la balena una misteriosa creatura aliena. Achab al posto della cerata gialla indossa la tuta spaziale, ma rimane lo piscopatico che era, un uomo ossessionato dall'idea di catturare il mostro e che per riuscirci trascina un'intera ciurma in un inseguimento spasmodico attraverso la galassia.

Lynne Ramsay, che ha  scritto la sceneggiatura insieme a Rory Kinnear, parla di un thriller psicologico, ambientato principalmente sulla nave spaziale, una cosa alla U-Boot 96, dice, abbastanza claustrofobico.

Sembra un grande cambiamento di rotta per la regista di …e ora parliamo di Kevin, che però in Moby Dick trova un parallelo con l'arte di fare film: «per un regista [Moby Dick] è molto interessante perchè parla di un capitano pazzo che coinvolge tutti in un viaggio verso la morte, a partire dalla sua esigenza personale di vendetta. Fare un film è come intraprendere un viaggio folle, qualche volta navighi in cattive acque e lungo il percorso ti lasci dietro qualche vittima».

Moby Dick è il classico americano più conosciuto e meno letto di tutti, settimana scorsa vi abbiamo parlato del Moby-Dick Big Read, l'audiolibro registrato tra gli altri da Tilda Swinton e scaricabile gratuitamente un capitolo al giorno.

Anche Mobius, che uscirà nel 2013, potrebbe accendere la curiosità di chi ha ancora non ha seguito Achab nella sua avventura epica. Che dite andrete a vederlo, vi ispira? E il romanzo l'avete letto?

 

Viviana Lisanti

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.