The Dome, American Gods e Wild presto sullo schermo

«C'è sempre un libro, dietro», è proprio vero. Che sia per un film o una serie televisiva, sono tanti i registi e sceneggiatori a fare man bassa di romanzi e trarre i loro based on o inspired by. E a noi lettori non dispiace affatto. Questa settimana arrivano tre belle notizie per chi non ha paura dei paragoni, insomma per quelli che vanno a vedere il film anche se hanno già letto il libro e viceversa.

La CBS sta lavorando alla serie televisiva basata sul romanzo The Dome di Stephen King. La serie arriverà sul piccolo schermo la prossima estate e sarà prodotta dall' Amblin Television di Steven Spielberg. Niels Arden Oplev, già regista de Uomini che odiano le donne, sarà dietro la cinepresa per il primo episodio che è stato sceneggiato, come gli altri 13 previsti, da un team che include Neal Baer (Law&Order), Stephen King, Justin Falvey, Darryl Frank (Falling Skyes), la CEO della DreamWorks Stacey Snider and Brian K. Vaughan (Lost). Per l'occasione Simon & Schuster ristamperà il paperback unitamente alla versione eBook.

Neil Gaiman ha iniziato a scrivere l'episodio pilota di American Gods, la serie prodotta dalla HBO e tratta dall'omonimo e pluripremiato romanzo fantasy. La sceneggiatura sarà scritta a quattro mani con Robert Richardson, sceneggiatore tra gli altri di Hugo Cabret, Shutter Island, Bastardi senza gloria e Kill Bil. La notizia è arrivata mercoledì scorso via twitter dallo stesso Gaiman, dopo più di un anno dal primo annuncio. I fan possono quindi ben sperare e nell'attesa, come suggerito dallo scrittore, ascoltare la colonna sonora del libro.

Nick Hornby ha invece accettato di adattare per il grande schermo Wild, il romanzo-memoir in cui l'autrice Cheryl Strayed racconta l'escursione di 1110 miglia dal Pacific Crest Trailer fino ad arrivare al Deserto Mojave, intrapresa in completa solitudine nel tentativo di affrontare e superare i suoi demoni personali.

Nei panni della Strayed ci sarà Reese Witherspoon che ha commentato l'ingaggio dello scrittore inglese con entusiasmo, lodando le doti di umanità e umorismo, un mix perfetto per raccontare una storia così cruda e commovente. Dal canto suo Hornby ha affermato di aver amato da subito Wild «Il romanzo è emozionante, divertente, doloroso e coraggioso. nel momento stesso in cui l'ho finito ho desiderato poterlo adattare per il grande schermo. Sono contento di aver avuto questa possibilità e di lavorare con Reese che ama questa storia quanto me.» Wild è atteso nelle sale per il 2014.

 

 

 

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.