Tyrion Lannister come Pupo (a casa di Alice con il chihuahua di Paris Hilton)

Gli uomini (ma anche le donne) vanno presi per la gola!
E allora ecco, come d’abitudine, qualche idea per allestire un pantagruelico banchetto tutto a base di bookatini caldi e succulenti.

• Tanto per cominciare, prendiamo spunto da chi ne sa più di noi. Quali sono i migliori banchetti tratti da libri e film? Sull’Huffington, Sadie Jones ne elenca sette, citando opere come Macbeth, Alice nel Paese delle Meraviglie, A Christmas Carol, Revolutionary Road e, ovviamente, La grande abbuffata. (via Huffpost Books)

• A proposito del tea party del Cappellaio Matto: a Lelystad (Paesi Bassi), hanno costruito una casa prendendo spunto proprio dal classico di L. Carrol. Si tratta di Villa Peet (aka The Rabbit House) in cui, spostandosi da una stanza all’altra, sembra di entrare ogni volta in un nuovo mondo attraverso la tana di un coniglio. Ma non è l’unico edificio ispirato a un’opera letteraria: in Nuova Zelanda, per esempio, potreste alloggiare all’Hobbit Motel, mentre a Minorca c’è l’Hotel Tres Sants, che richiama tutta l’atmosfera de Le città invisibili. (via Flavorwire)

• Al giorno d’oggi tutti, ma proprio tutti, possono diventare scrittori. Non ci credete? Fate male perché possiamo dimostrarvi che pubblicano anche gli animali (e no, non è un termine dispregiativo per indicare gli autori incapaci). Per esempio, potreste imbattervi nell’autobiografia di Cheeta, l’amica del cuore di Tarzan. O nelle avventure del morbidosissimo gattone Maru. O in quelle del cane di Obama. Poi, se proprio siete masochisti, ci sarebbe anche il libro di memorie del chihuahua di Paris Hilton. (via Flavorwire)

• E infine, potevamo non parlare anche questa volta di Game of Thrones? Potevamo? Certochessì. Ma volevamo? Certochennò. E allora beccatevi il fantacasting della serie tv più chiacchierata del momento ideato da tre geni del male che si sono chiesti: what ifGame of Thrones fosse girato in Italia, magari da Rai Fiction? Vi anticipiamo solo che Balon Greyjoy sarebbe interpretato da Vasco Rossi, Varys dal Divino Otelma e Tyrion da… Pupo. (via Vega*Guerrieri)

Anche per oggi è tutto. Non ci resta che augurarvi buona settimana!

Valentina Simoni

Una laurea in giurisprudenza, ma da grande voglio fare la coccolatrice di akita. Dico cose che non dovrei dire. Scrivo cose che non dovrei scrivere. Leggo cose che non dovrei leggere. Feticista della grammatica italiana e lettrice compulsiva, bookaholic senza speranze, divoratrice di serie tv. Nel tempo libero ascolto musica classica, imparo a suonare chitarra e pianoforte e gioco a riordinare la mia libreria.

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.