Una storia scritta sulla neve e altre news

 

  • Il 5 febbraio 2014 cade il centesimo anniversario dalla nascita di William S. Burroughs. In suo onore, il paese natale Bloomington, in Indiana, ha organizzato un festival, The Burroughs Century durante il quale verranno mostrati i manoscritti, la corrispondenza, i dipinti e ogni sorta di memorabilia. Ci saranno anche numerose proiezioni di film e documentari, su tutti Burroughs: The Movie di Howard Brookner, concerti, spettacoli e tanti altri eventi per festeggiare l'icona Beat.
  • Volare dall'altra parte del mondo per Burroughs non è da tutti, Dublino è decisamente più abbordabile e non è da meno, letterariamente parlando. Scaricando la nuova app "Books of Dublin" è possibile farsi un'idea dei tesori custoditi dalle due biblioteche storiche della città: la Marsh’s Library (1701) e la Edward Worth Library (1733). I manoscritti rari sono presentati e commentati dagli esperti della University College Dublin.
  • Dalle opere immortali e immobili conservate a Dublino, a quelle destinati a sciogliersi al sole e scomparire di Shelley Jackson: l'artista (la stessa del progetto "Skin") ha infatti pensato di scrivere una storia sulla neve, la potete leggere qui.
  • ​Da oggi è possibile sfogliare un manoscritto celebre, quello di Alice’s Adventures Under Ground, pubblicato a Londra nel 1864. Il volume di 90 pagine contenente le 37 illustrazioni originali di Lewis Carroll è disponibile sul sito della British Library.
  • Durante la sua vita Carroll scrisse 98,721 lettere (teneva il conto), e in quanto grafomane si permise di buttar giù qualche consiglio sul tema nel suo Eight or Nine Wise Words About Letter-Writing. Secondo l'Huff Post le sue indicazioni potrebbero riverlarsi utili anche oggi, per la corrispondenza via mail.
  • ​È meglio il libro o il film? Annosa questione alla quale Lovereading ha voluto rispondere con "The Ultimate Showdown: Books Vs. Films”, un'infografica che mette a confronto film e romanzi degli ultimi vent'anni tenendo conto delle recensioni. Il metodo scientifico non mente, anche se per noi sono migliori i film diretti dai lettori.
Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.