Dimmi che leggevi e ti dirò chi sei

Approfondimento / Dimmi che leggevi e ti dirò chi sei

È molto difficile che i bibliofili di oggi non fossero accaniti lettori anche ieri. Su, ammettetelo: forse non eravate i tipici bambini che su ogni mezzo di trasporto continuavano insistentemente a leggere fino ad avere la nausea e il viso completamente verde, quelli da cui mamma e papà dovevano venire, la sera in cameretta, a spegnere la luce e togliere forzatamente, tra grida e ululati, il libro di mano perché era ora di dormire? Ok, forse così è un po' esagerato; di certo, però, le letture di infanzia e adolescenza ci hanno lasciato qualcosa di indelebile, ci hanno influenzato.

E mentre The Independent stila la lista dei 50 libri che ogni bambino dovrebbe leggere, su Flavorwire si divertono ad immaginare cosa si possa desumere sulla nostra attuale personalità basandosi sulle letture predilette di ieri. Ecco per voi la traduzione di parte della lista, con relativa analisi psicologica e comportamentale. Se  siete insopportabili e da ragazzi amavate a dismisura Le streghe o se invece, sempre da piccoli, il vostro preferito era I cento e una dalmata e attualmente avete una famiglia patriarcale con decine di bocche da sfamare, vi invitiamo a darci un'occhiata. E di farvi vedere da uno molto, molto bravo.
 
  • Alice nel paese delle meraviglie, Lewis Carroll: avete decine e decine di bustine di the nella vostra cucina, nonché diversi tipi di erbe.
  • L'albero, Shel Silverstein: Il senso di colpa che vi affligge è insopportabile, ma almeno sarete bravi genitori.
  • Il gioco di Ender, Orson Scott Card: i videogiochi sono ancora parte fondamentale della vostra vita. Potrebbero essere di vitale importanza!
  • Piccoli brividi, R.L Stine: siete i classici tipi che trovano sempre un modo per rovinare tutte le feste.
  • Il signore delle mosche, William Golding: potrete anche essere l'impiegato del mese a lavoro, ma in cuor vostro siete discepoli di Hobbes.
  • Piccole donne, Louisa May Alcott: la famiglia è di vitale importanza per voi, ma ciò non vi impedirà di rubare a vostra sorella l'ex fidanzato.
  • Harry Potter e la camera dei segreti, J.K. Rowling: anche se vi lamentate di essere sempre quello a cui tutti si rivolgono per farsi aiutare, nell'intimo più profondo per voi è come crack.
  • La fattoria degli animali, George Orwell: probabilmente, ad oggi, siete un genio. Oppure un politico. Sicuramente non ambedue.
  • Le avventure di Huckelberry Finn, Mark Twain: la vostra voglia di viaggiare è particolarmente elevata in questo periodo dell'anno.
  •  Il mondo di Jonas, Lois Lowry: ogni giorno, dovete necessariamente indossare almeno un ridicolo, multicolore capo d'abbigliamento.
  • La fabbrica di cioccolato, Roald Dahl: avete il pallino della cucina e una propensione, anche se bonaria, alla schiavizzazione altrui.
  • La fonte magica, Natalie Babbitt: il vostro dermatologo ha fatto un sacco di soldi grazie a voi.
  • Il giardino segreto, Frances Hodgson Burnett: siete i classici maniaci che parlano con le piante.
  • Le cronache di Narnia, C.S. Lewis: ogni casa in cui avete abitato deve essere necessariamente accessoriata con una cabina armadio. Sia mai che…

Silvia Dell'Amore

Silvia Dell'Amore

Dostoevskij diceva che la bellezza salverà il mondo; io dico che lo farà il cioccolato.

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.