eNews per Addetti ai Lavori

Gli eBook non crescono sugli Alberi Java, sapete? "Ignorante, sarà mica lo stesso formato". Ok, il punto è che gli eBook non si trovano in natura, bisogna farli, ed oltre agli autori e agli editori c'è tutta una serie di addetti che lavora alacremente dietro gli ingranaggi del vostro eReader e nel refresh dei pixel del vostro eBook. Le eNews di oggi sono per gli Addetti ai Lavori: gli Asciugacodici, gli Stagisti Esperti, gli Eliminatori di Crocini dai PDF che stanno lavorando per voi – e voi lì a fare gli umarèl davanti al cantiere, disapprovando e scossando la testa, che ai vostri tempi.

La Readium Foundation è una società no-profit – nata negli ultimi 12 mesi negli USA (Delaware) – la cui finalità è sviluppare componenti open-source per la progressione dell'editoria digitale e con sè lo sviluppo delle piattaforme di distribuzione e dei formati EPUB. Open-source, per voi niubbi, vuol dire "pubblico e disponibile per l'uso e la modifica": gratuito, disponibile a tutti, modificabile e migliorabile da chiunque. Un concetto di ispirazione socialista, forse, sì.

Nata in seguito all'International Digital Publishing Forum (IDPF), gli obiettivi iniziali della Readium Foundation erano di sviluppare lo standard EPUB3, progetto poi evoluto nella creazione di un'estensione per il browser Google Chrome che ne supportasse le funzionalità. Il progettino ha avuto tanto successo che è stato utilizzato come base per sviluppare altri cloud-reader basati su browser (programmi che vi fanno leggere i vostri eBook da qualsiasi pc connesso ad internet, tipo).

Vi sto parlando della Readium Foundation perchè quest'ultima ha poc'anzi annunciato la propria evoluzione in un consorzio, del quale fanno già parte qualcosa come 27 membri, tra i quali cito Kobo, ACCESS, Hachette Livre, Sony. Ebbene, il nuovo progetto del Consorzio Readium Foundation consiste nel rendere più performante il formato eBook EPUB3 anche su device mobili come gli eReader (sapevatelo di norma meno performanti di un pc).

Insomma tutte le società del Consorzio lavoreranno, gratis, per rendere migliore la nostra esperienza di lettura: ora, io immagino che i membri senior di tali società deleghino i progetti open-source (vuoi per mancanza di tempo/sbattimento/desiderio di testare la gente/investimento) ai sopra menzionati Asciugacodici, Stagisti Esperti, Eliminatori di Crocini dai PDF. All'estero, sono abbastanza sicura che tali Instancabili Criceti siano ben remunerati… Il nuovo consorzio Readium Foundation sviluppa open-source per EPUB3 e subito immagino Instancabili Criceti a lavorare alacremente per noi.

Il punto, gente, è che come dietro ogni grande uomo c'è una grande donna, dietro ogni eBook c'è almeno un Instancabile Criceto che ha passato le ultime 43 ore a scannerizzare fogli, togliere i crocini dai PDF, asciugare le sbavature di codice che il capo s'è lasciato dietro stile lumaca, poi rifare tutto daccapo perchè era stanco e s'era scordato di salvare. Celebriamo, rispettiamo, onoriamo lo Stagista Esperto, gli Addetti ai Lavori e quei socialisti degli sviluppatori Open Source.

Sara D'Agostino

Book nerd D.O.C., crede nella Forza come religione e ha una dipendenza da asciugacapelli. Da vera strapezzente, ha percorso la rotta di Kessel in meno di dodici Parsec.

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.