Freak-show digitali e… bombe!

Questo mese, a Las Vegas, si è tenuta una grande fiera dell'elettronica meglio conosciuta come CES. Tra le innumerevoli diavolerie tecnologiche presentate, non sono mancati gli esperimenti con gli schermi e-Ink e qualsiasi marchingegno per leggere eBook. In alcuni casi, questi esperimenti sono risultati in strani ibridi eReader-OggettoACaso perfettamente inutili. In altri scantinati, invece, lontani dalla Bright Light City, si architettano progetti-bomba che faranno (letteralmente?) esplodere il mercato dell'editoria digitale. Insomma uno scenario degno da film dell'orrore (scegliete voi la categoria).

Qualche tempo fa parlavamo dello YotaPhone e delle sue possibili applicazioni per la lettura. Ebbene, Michael Kozlowski di The Good E-Reader è andato a provarlo di persona: pare che il congegno risulti abbastanza inutile ai fini della lettura di eBook. In questo articolo Kozlowski spiega come gli sia risultato difficile anche solo azionare il display e-Ink sul retro del telefonino, come il funzionamento del device di lettura non sia affatto intuitivo e come il suo uso non sia ergonomico né consistente: teoricamente Yotaphone è compatibile con tutti i formati eBook, praticamente ogni eBook è sfogliabile in maniera diversa. In tutto questo, non esiste un manuale di istruzioni che spieghi come far funzionare l'aggeggio.

Stesso discorso per il gemello siamese di Yotaphone, Magic Flip, un simbionte e-Ink per cellulare presentato da Alcatel: probabilmente utilissimo per la lista della spesa o addirittura per leggere i feed, ma di certo non per la lettura. In difesa di Alcatel c'è da dire che, nonostante anche Magic Flip supporti tutti i formati eBook, il device non è stato assolutamente presentato come una soluzione alternativa all'eReader.

gajah-inkcase-IC3510-2-500x333Ed eccoci al cugino gnomo degli eReader nani, ovvero Gajah ic3510. Questo ha uno schermo e-Ink è di ben 3,5", la stessa grandezza della cover di un cellulare. L'azienda di Singapore, Gajah appunto, aveva già lanciato diversi case per cellulare con schermo e-Ink incorporato, e ha già una sua linea di eReader con diverse dimensioni e features. Per il CES 2014 a Las Vegas, però, ha deciso di combinare il meglio (?) dei suoi prodotti e presentarci questo, appunto: un eReader tanto piccolo quanto inutile alla sua funzione. Come uno Gnomo Armato di Ascia ma senza ascia, in pratica.

Insomma, un po' un freak-show digitale.

Meanwhile, a Cambridge, al riparo dal CES, si vocifera di complotti per far "esplodere" il mercato dell'editoria digitale. Nello scantinato di Amazon ci si prepara al progetto V1: non una bomba vera (speriamo) ma un progetto così promettente da essere più grosso di Kindle. Almeno, questo è quanto citato nell'invito alla presentazione privata del progetto:

invito_t

Ci saranno […] i leader creativi di Amazon così come gli ingegneri responsabili della nuova generazione di prodotti di consumo. […] Stiamo lavorando ad un nuovo e rivoluzionario prodotto V1 che ci permetterà di offrire media digitali in nuovi modi e quindi disgregare il mercato. […] Crediamo che questo nuovo prodotto sarà un fenomeno più grosso di Kindle!

Non si sa altro. Un alone di mistero, intrigo e curiosità circonda Amazon! Cosa staranno architettando? Un'altra strana ed inutile chimera o una bomba nucleare, portatrice di ulteriori ibridi e malformazioni nate nel disperato tentativo di competere? Stay tuned.

Sara D'Agostino

Book nerd D.O.C., crede nella Forza come religione e ha una dipendenza da asciugacapelli. Da vera strapezzente, ha percorso la rotta di Kessel in meno di dodici Parsec.

1 Commento